CORSO PER MEDIATORE INTERCULTURALE

Corso per Mediatore Interculturale

l corso per Mediatore Interculturale “Tecnica 2000”, è regolarmente autorizzato dalla Regione Abruzzo con determinazione dirigenziale DPG009/72 del 27/04/2020 e permette di conseguire la qualifica di Mediatore Interculturale, valida su tutto il territorio nazionale.

Da sempre attenti alla formazione dei nostri allievi rilasciamo gratuitamente, durante lo svolgimento del corso, una ulteriore certificazione: attestato di “Formazione e informazione per la sicurezza nei luoghi di lavoro” (ai sensi dell’articolo 37 comma 1 lettera a) del D. Lgs. 81/08) utile per la svolgimento del tirocinio e per l’ingresso nel mondo del lavoro.

Forte di un’esperienza di oltre 40 anni l’Istituto “Tecnica 2000” ha formato allievi provenienti da tutto il territorio nazionale permettendo un valido inserimento nel settore sanitario e sociale.

L’Istituto da sempre mette a disposizione dei suoi alunni competenza nel settore, esperienza nella didattica, professionalità e cura per la formazione dei professionisti del domani!

 

FORMAZIONE IN FAD:
A seguito dell’emergenza Covid-19 il nostro corso Mediatore Interculturale ha ottenuto l’autorizzazione per l’erogazione di lezioni a distanza con modalità FAD/E-LEARNING.

Potrai seguire tutte le lezioni teoriche in aula virtruale, con la presenza costante dei docenti.

Vuoi saperne di più?
Contattaci!

#NONFERMARTIFORMATI

  1. Oltre 40 anni di esperienza nella formazione
  2. Docenti altamente qualificati
  3. Tirocinio in studi convenzionati
  4. Più opportunità lavorative grazie alla collaborazione con Manpower
  5. Rilascio gratuito dell’attestato di “Formazione e informazione per la sicurezza nei luoghi di lavoro”

Il Mediatore Interculturale

Il Mediatore Interculturale è una figura professionale che opera per facilitare l’interazione, la collaborazione e la convivenza negli ambienti multiculturali, sia tra i cittadini di origini e culture varie che con le istituzioni pubbliche.
Svolge non solo l’indispensabile attività di interpretariato e di traduzione, ma che ha oggi anche l’importantissima funzione di “ponte” tra le necessità dei migranti e i servizi offerti dagli enti pubblici e dalle strutture private. I mediatori culturali sono ormai una presenza costante in tutte le strutture in cui avviene uno scambio fra Pubblica Amministrazione e cittadino straniero.

La figura del Mediatore Interculturale

Il Mediatore Interculturale trova impiego presso Questure, prefetture, centri per l’impiego, tribunali, carceri, scuole, ospedali e strutture di accoglienza. Sono solo alcuni dei luoghi in cui è indispensabile poter contare su un professionista della comunicazione che sappia svolgere questa delicata funzione di orientamento culturale.

Il Mediatore Interculturale deve possedere una conoscenza ben dettagliata del sistema di accoglienza italiano, con particolare riferimento ai diritti umani e alle ulteriori misure di tutela a favore del cittadino straniero/migrante. Altrettanto importante è la padronanza delle lingue straniere: inglese e francese.

Il Mediatore Interculturale deve effettuare l’analisi dei bisogni, delle aspettative e delle abilità del cittadino straniero; Effettuare l’analisi del contesto e del territorio di inserimento; Assistere il cittadino straniero nel processo di inserimento; Progettare interventi di mediazione e di integrazione interculturale in relazione ai differenti contesti di vita.

Lezioni frontali con distribuzione materiale didattico, proiezione video didattici con possibilità di interazione, lavori di gruppo, confronti-dibattiti.

– Credito di ammissione: riconoscibile sulla base della valutazione degli apprendimenti formali, non formali ed informali.
– Crediti formativi di frequenza: percentuale massima riconoscibile 30% sulla durata di ore d’aula o laboratorio; 100% su tirocinio curriculare
– Crediti formativi con valore a priori:

  • Dispensa di frequenza e prova della Unità di risultato di apprendimento “Sicurezza sul luogo di lavoro” in caso di possesso di idonea attestazione (conformità settore di riferimento e validità temporale) relativa alla frequenza di corso conforme all’Accordo Stato – Regioni 21/12/2011 – Formazione dei lavoratori ai sensi dell’art. 37 comma 2 del D.lgs. 8 1/2008

Si prevede lo svolgimento di un tirocinio pratico della durata complessiva di 200 ore. Il tirocinio sarà svolto presso strutture convenzionate

Il rilascio dell’Attestato di Qualifica, ai sensi del D.lgs 13/13, è subordinato al superamento dell’Esame Finale. Documento di formalizzazione degli apprendimenti, con indicazione del numero di ore di effettiva frequenza.
Per accedere all’Esame Finale è necessario aver superato i test previsti alla fine di ciascun modulo ed aver frequentato il 70% delle ore complessive del percorso formativo.

Al termine del Corso è previsto il rilascio di un attestato di qualifica di Mediatore Interculturale, valido su tutto il territorio nazionale.

Al Corso può accedere chi è in possesso dei seguenti requisiti:

  • Diploma di scuola secondaria superiore oppure autocertificazione che attesti il possesso del titolo per chi ha conseguito titolo di studio all’estero in assenza di documento equipollente/corrispondente che attesti il livello di scolarizzazione.
  • Per i cittadini italiani è indispensabile la conoscenza di una lingua straniera veicolare almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, restando obbligatorio lo svolgimento delle specifiche prove valutative in sede di selezione, ove il candidato già non disponga di attestazione di valore equivalente. In fase di pubblicizzazione del corso si fa riferimento all’obbligatorietà del requisito della conoscenza di una “lingua straniera veicolare”, spettando all’aspirante allievo la scelta della lingua veicolare specifica.

Per i cittadini stranieri:

  • Conoscenza della lingua italiana almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, restando obbligatorio lo svolgimento delle specifiche prove valutative in sede di selezione, ove il candidato già non disponga di attestazione di valore equivalente.
  • I cittadini extracomunitari devono disporre di regolare permesso di soggiorno valido per l’intera durata del percorso o dimostrazione della attesa di rinnovo, documentata dall’avvenuta presentazione della domanda di rinnovo del titolo di soggiorno.

Il Corso ha una durata complessiva di 500 ore, di cui 300 di lezione in aula, 200 di tirocinio.

Richiedi informazioni su questo Corso:

Contatti

Corso per Mediatore Interculturale







Informativa sulla privacy

Per maggiori informazioni Leggi la Privacy Policy
Dichiaro di aver letto l’informativa di cui all’art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 e ai sensi del GDPR 679/ 2016 Regolamento Europeo ed acconsento al trattamento dei miei dati sensibili e/o personali per le finalità indicate nell’informativa stessa e, comunque, strettamente connesse e strumentali alla gestione del rapporto contrattuale che intercorre con Nuova Tecnica 2000, nominando la medesima società titolare del predetto trattamento.